Frequently Asked Questions (FAQ) – TORINO

Sono previste sanzioni per le auto parcheggiate davanti ai contenitori di raccolta rifiuti?

Il regolamento per la gestione dei rifiuti urbani della Città di Torino prevede una sanzione amministrativa per i veicoli parcheggiati a fianco dei contenitori per i rifiuti o posizionati in modo tale da rendere impossibile il servizio di raccolta.

La Polizia Municipale o gli Accertatori Amiat possono quindi sanzionare il proprietario del veicolo che ostacola l’esecuzione del servizio di raccolta.

Vi sono delle regole per una corretta esposizione dei contenitori per la raccolta porta a porta?

I contenitori per la raccolta rifiuti devono essere esposti su strada nei giorni e orari previsti dal calendario di esposizione.

Il cittadino deve assicurarsi innanzi tutto che i contenitori esposti non intralcino la mobilità altrui. In particolare, deve essere lasciata liberi da ostacoli:

  • la cosiddetta guida naturale del percorso (ovvero la linea di riferimento per lo spostamento dei non vedenti, spesso identificata nel filo dei fabbricati o in un corrimano);
  • uno spazio non inferiore a 100 cm di larghezza tra il muro di un edificio e il cassonetto, in modo da permettere il passaggio alle carrozzine e ai disabili motori;
  • scivoli dei marciapiedi e rampe.

Il cittadino deve infine prestare attenzione che l’apertura del coperchio dei contenitori di raccolta sia rivolta verso cancelli, mura o siepi, se esposti a ridosso di questi, in modo da lasciare accessibile agli operatori del servizio di raccolta l’impugnatura che ne consente la movimentazione manuale in sicurezza.

Il servizio di ritiro rifiuti ingombranti presso la propria abitazione è a pagamento?

La raccolta dei rifiuti ingombranti a domicilio è un servizio gratuito per le utenze domestiche, che possono farne richiesta telefonando al Numero Verde 800-017277.

Il ritiro è garantito per un numero di pezzi limitato e orientativamente per non più di 2 metri cubi di materiale, per una lunghezza complessiva non superiore ai 2,80 metri. È necessario pertanto specificare la quantità e la tipologia di materiale per cui è richiesto il servizio.

 

Chiunque può conferire i propri rifiuti nei centri di raccolta?

I centri di raccolta differenziata sono aree attrezzate destinate al conferimento dei soli rifiuti domestici: materiali recuperabili, rifiuti urbani pericolosi (batterie, lampadine a fluorescenza, neon…), ingombranti. A Torino sono presenti complessivamente sette centri di raccolta, accessibili in giorni e orari prestabiliti.

È possibile richiedere ai centri di raccolta differenziata del materiale conferito da altri cittadini?

Tutto il materiale conferito nei centri di raccolta è considerato rifiuto e come tale va trattato nel rispetto della normativa vigente: per tale motivo, non è possibile cedere a terzi alcuna tipologia di materiale.

Cosa sono i RUP e dove vanno conferiti?

Con la sigla RUP si indicano i rifiuti urbani pericolosi prodotti dalle utenze domestiche e classificati come pericolosi, in quanto contengono al loro interno un’elevata dose di sostanze pericolose per l’ambiente e per la salute. Rientrano in questa categoria, oltre ai farmaci scaduti, alle pile esauste, alle lampade al neon, ai barattoli di vernice, agli apparecchi elettrici ed elettronici di grandi dimensioni…, anche gli articoli alimentati a batterie, se ancora presenti al momento del conferimento.

Considerata la loro pericolosità, è necessario che i cittadini li portino presso i centri di raccolta, per consentirsene un idoneo trattamento e smaltimento presso gli impianti convenzionati.

Un condomino può richiedere l’inserimento, lo spostamento o la rimozione di un contenitore di raccolta?

Negli stabili rappresentati da un Amministratore di condominio, la richiesta di inserimento, spostamento o rimozione di un contenitore di raccolta deve essere inoltrata dall’Amministratore.

Non sono pertanto accolte le richieste dei singoli condomini.

Se un cittadino si accorge che i condomini dello stabile con cui condivide le attrezzature di raccolta non effettuano correttamente la raccolta differenziata, cosa deve fare?

In primo luogo è necessario avvisare l’Amministratore dello stabile affinché informi i condomini sulle possibili sanzioni amministrative a cui lo stabile potrebbe andare incontro per errato conferimento delle frazioni di rifiuto, recuperabili e non, e per improprio utilizzo dei contenitori per la raccolta differenziata.

Il regolamento per la gestione dei rifiuti urbani della Città di Torino prevede infatti sanzioni amministrative per le utenze che non effettuano correttamente la raccolta differenziata.

Dove è possibile reperire le informazioni sulla tassa rifiuti?

Sul sito internet della Città di Torino è possibile trovare tutte le informazioni relative al pagamento della tassa. Amiat non è direttamente responsabile né della definizione, né della riscossione di tale tassa.

Per informazioni, rivolgersi a:

Ufficio Tassa Rifiuti
C.so Racconigi, 49 – piano terreno
Orario di sportello al pubblico: da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30
Telefono: 011.4424853 da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00; il sabato dalle 8.30 alle 12.30
Fax: 011.4424678 – 4424690
e-mail:tarsu@comune.torino.it

Non hai trovato la risposta che cercavi?
Compila il modulo sottostante per inoltrare la tua domanda

* indicates required field